Bernardo Buontalenti miracolosamente scampato alla frana di Costa San Giorgio

COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” GOOGLE+ profilo personalizzato    Allegati:BERNARDO TIMANTE BUONACORSI detto BERNARDO BUONTALENTI Pittore, Scultore, Architetto, Scenografo, Ingegnere Militare GENIO TRA I PIU’ IMPORTANTI ARTISTI MANIERISTI  15 DICEMBRE 1531 +6 GIUGNO 1608  § 486°ANNIVERSARIO DELLA NASCITA §                                                Foto : SCALINATA BUONTALENTI 1574, EX CHIESA DI SANTO STEFANO AL PONTE,FIRENZE,TOSCANA  GRAZIE pittrice Susanna Galbarini  0cc10bd3-91fd-49a2-b5e8-24cb3d290664“PITTURARTISTICA”

Curiosità su Firenze

Il collasso di Lungarno Torrigiani non è storia nuova a Firenze: ben due volte l’attuale costa dei Magnoli, che incombe su quel tratto di strada è già franato rovinosamente in passato e, uno di questi eventi è rimasto famoso per un celebre aneddoto occorso al geniale architetto Berardo Buontalenti, che in tale occasione scampò miracolosamente la vita quand’era ancora giovanissimo.

bernardo buontalenti ritratto Ritratto di Berardo Buontalenti

Anche se ho personalmente molti dubbi sul fatto che, come affermato dai vertici di Publiacqua, la voragine prodottasi su Lungarno Torrigani nella notte fra il 24 ed il 25 maggio sia dovuta allo storico dissesto idrogeologico della collina soprastante, il disastroso evento che ha inghiottito buoni 200 metri di strada offre il destro per ripescare una gustosa curiosità relativa proprio all’instabilità del poggio detto appunto, per questo motivo, “delle Rovinate”.

Il toponimo storico dell’attuale costa dei Magnoli, che allude in maniera colorita ed incisiva…

View original post 513 altre parole

Annunci

“Domenico Miotti, un pittore ritrovato” di Antonella Bellin

viadellebelledonne

“Domenico Miotti”, di Antonella Bellin

ed. Supernova,Venezia, 2010

La ricostruzione della personalità artistica di Domenico Miotti nel panorama della pittura veneta della seconda metà dell’Ottocento è l’obiettivo principale di questo lavoro che intende aggiungere un altro tassello per la conoscenza di quella che viene chiamata la grande stagione verista della pittura veneta.

Domenico Miotti fa parte di quella schiera di artisti, cosiddetti “minori”, rimasti esclusi dall’attenzione della critica e che invece costituiscono una testimonianza importante della varietà d’espressione della scuola veneta della seconda metà dell’Ottocento che fa del colore l’arma per rinnovare tematiche e modi espressivi.

Grazie alla scoperta e allo studio di diverse opere di Miotti assolutamente inedite, presenti in varie collezioni private, è stato possibile andare oltre la ricostruzione della biografia dell’artista per arrivare a scoprire i modi e gli ambienti della sua formazione artistica mettendolo a confronto con altri pittori veneti a lui contemporanei.

View original post 525 altre parole

La buona ventura

Questa galleria contiene 12 immagini.

Originally posted on www.quellodiarte.com:
Tra i temi più cari nel seicento c’è quello della buona ventura. Si dipingono quadri moraleggianti che ricordano che la vita si fa principalmente con le azioni, il fato non si può né comprare né prevedere. Chiunque…

Leonardo Bazzaro, maestro di naturalismo a Gignese

COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE”Google+ INVITO in Allegati: *LEONARDO BAZZARO* Pittore,Disegnatore Milanese *CELEBRAZIONI ANNIVERSARI* 13 DICEMBRE 1853 +2 NOVEMBRE 1937 § 164° NASCITA -80° MORTE § Foto-Dipinti e WIKIPEDIA:Informazioni artistiche e biografiche con collegamenti.Opere d’Arte GRAZIE pittrice Susanna Galbarini Sito online http://PITTURARTISTICA.IT Scheda profilo ARTE.IT online MAPPARE L’ARTE IN ITALIA notizie e informazioni d’Arte con scheda personale

Leonardo Bazzaro Tutt'Art@                           Foto-Dipinto: “SCENA ALPESTRE”1900-1905 olio su tela cm 69 x 100    Artgate_Fondazione_Cariplo_-_Bazzaro_Leonardo,_Le_mondineFoto-Dipinto: “LE MONDINE” 1930   Fondazione Cariplo

Archivio Iconografico del Verbano Cusio Ossola

Leonardo Bazzaro, nasce a Milano nel 1853, il quarto figlio di nove, nati tra il 1850 e il 1861 da Ambrogio Bazzero (secondo l’originaria forma del cognome), commerciante di stoffe in Varese. Inizia a dipingere seguendo privatamente le lezioni di Gaetano Fasanotti e successivamente entra all’Accademia di Brera dove, sotto la guida di Giuseppe Bertini, che “seppe con molto acume intuire le speciali tendenze del giovane allievo, reo confesso di non ‘sentire’ l’aria aperta, studioso soltanto della prospettiva d’ambiente, oltre che della figura”. Così il Bazzaro si specializza in pitture d’interni di chiese e palazzi, alla maniera del Bisi e del Migliara, alternandole con spigliati studi dal vero. Data la sua particolare perizia, le pennellata veloce e irrequieta, viene soprannominato dai colleghi “il piccolo Velazquez”! Il maestro Bertini “un giorno lo chiamò per dirgli col tono secco consueto: ‘C’è a Milano una sala che sembra fatta apposta per te!’ e quindi…

View original post 370 altre parole

MENDATICA,IMPERIA:DOVE IL TEMPO SI E'(QUASI)FERMATO

 Dipinto : “SANTUARIO MADONNA DEL PIANO” TAVOLE, IMPERIA cm 30 x 20 olio su tavola, pittura diretta in pigmenti naturali, rifinito e protetto con vernice gomma damar.      ENTROTERRA IMPERIESE  INVITO A SEGUIRE COLLEGAMENTI DI PITTURA, ARTE, CULTURA  in COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” GOOGLE+profilo personalizzato   pittrice Susanna Galbarini  Sito online “PITTURARTISTICA”SAM_3984

vacanze-di-natale_2008-2009-081Fotografia: “SANTUARIO MADONNA o SANTA MARIA DEL PIANO”,TAVOLE, paesino dell’entroterra imperiese a pochi Km dal paese delle porte dipinte : VALLORIA : BORGO IN TECHNICOLOR

La vocazione sotterranea di Catanzaro

ElleNistico

Storia bicentenaria dell’acquedotto del Visconte

Sulla strada del Visconte Sulla strada del Visconte

Il genius loci è imprevedibile e originale. Seguendo imperscrutabili trame, ama esprimersi come gli suggeriscono i venti, il profilo dei monti,  lo scintillio del mare. Forse troppa bellezza può abbagliare, oppure intimorire, e, anche, discretamente consigliare. In luogo di realizzare il meglio di sé verso l’alto, può suggerire di esprimere prova di pratica virtù dal suolo in direzione opposta, in basso, laddove, nella lontananza dei tempi, divinità occulte disponevano del bene e del male, della vita e della morte. Vi regnavano la fervida Demetra, protettrice delle messi, e il corrucciato Ade, signore degli Inferi, e li univa la moglie di lui, Persefone, che della prima era amica e complice. Di questo mondo buio, nascosto agli occhi dei più, rimangono tracce.  Sono grotte, camminamenti, gallerie, sbocchi, pozzi, labirinti. Il genius, talvolta, le discopre, le ama e le copia. Coglie al volo…

View original post 1.967 altre parole

Catanzaro

Questa galleria contiene 43 immagini.

Originally posted on nessunapretesa:
<> ? ? ? La regione Calabria Località Balneari della Calabria ? Province della Calabria ? ?  Provincia di Catanzaro Galleria  di immagini,  di alcune cose, fra le più  importanti da visitare  Cliccare sulla foto per…

Igor Mitoraj: oltre la forma modernamente classica (prima parte – a cura di C.Piazza e A.Greco)

igor_mitoraj_3COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTIO CULTURALE” GOOGLE+ profilo personalizzato  in connessione con ARTE.IT online MAPPARE L’ARTE IN ITALIA notizie e informazioni d’arte con scheda personale              INVITO in Allegati: *IGOR MITORAJ*  Pittore Scultore Polacco 26 MARZO 1994 OEDERAN,SASSONIA,GERMANIA schede artistiche  ARTE.IT  +6 OTTOBRE 2014 *CELEBRAZIONI III° ANNIVERSARIO DELLA MORTE* GRAZIE pittrice Susanna Galbarini Sito online Sito online “PITTURARTISTICA”

Il sasso nello stagno di AnGre

mitoraj27

Igor Mitoraj nasce a Oederan in Germania, da genitori polacchi, nel 1944; dopo gli studi all’Accademia di Cracovia, sotto la guida del grande pittore, scenografo e regista Tadeusz Kantor, prosegue gli studi a Parigi e rimane affascinato dalla cultura Precolombiana, al punto di decidere di trasferirsi per un anno in Messico. Al suo ritorno a Parigi nel 1974, dopo aver ottenuto importanti riconoscimenti, decide di dedicarsi a tempo pieno alla scultura. Trascorre lunghi periodi tra New York e la Grecia e sono questi i viaggi che risulteranno determinanti e gli faranno toccare i due estremi, la modernità e la classicità.

4209541_600

Nel 1983 si traferisce in Toscana, dove scopre, prima a Carrara e poi in Versilia, il marmo e il bronzo come materiali ideali. Apre uno studio a Pietrasanta (senza abbandonare quello di Parigi) e in Italia realizza molte esposizioni con opere anche in permanenza all’aperto, tra le quali quelle esposte…

View original post 562 altre parole

La scoperta dell’America (Dipinto )

494px-Portrait_of_a_Man,_Said_to_be_Christopher_Columbus_2                                             Foto-RITRATTO : CRISTOFORO COLOMBO 1519 – *SEBASTIANO LUCIANI detto SEBASTIANO DEL PIOMBO*  1485 VENEZIA +21 GIUGNO 1547 ROMA,LAZIO

COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE* GOOGLE+ profilo personalizzato INVITO in Allegati : *RICORRE 525°ANNIVERSARIO SCOPERTA D’AMERICA* 11-12-OTTOBRE 1492 GRAZIE pittrice Susanna Galbarini Sito online “PITTURARTISTICA”

lanostracommedia

Un’altra AVVENTURA che ha cambiato il mondo: La scoperta dell’America.

Dipinto di Salvador Dalì

@ Orofiorentino

View original post