COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE : La ragione per vivere…….”LA VITA” 1903 nel CAPOLAVORO di PABLO PICASSO …..


INVITO in COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE”IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” in connessione con ARTE online MAPPARE L’ARTE IN ITALIA e in MEWE +VK ITALIA +TWITTER+LINKEDIN+G SUITE App Google profilo in pagine allegate connesse in Sito *PITTURATISTICA* e, con Allegati e NEWS in RACCOLTA Google Save Collections +PINTEREST ITALIA+INSTAGRAM e qui in WORDPRESS Blog-Roll personale d’Approfondimento con connessioni “IL COLORE DEI PENSIERI” profilo PITTURA1 ARTE2 DISEGNO3 con >Allegato correlato V’ INVITO A SEGUIRE : *PABLO DE RIUZ Y PICASSO* Disegnatore, Pittore, Scultore, Ceramista Spagnolo 25 OTTOBRE 1881 MALAGA,SPAGNA +8 APRILE 1973 MOUGINS,FRANCIA *MAESTRO FIGURATIVO DEL CUBISMO ESPRESSIONISTA E DEL SURREALISMO UNIVERSALE* *CELEBRAZIONI ANNIVERSARI 140°+48°* RINGRAZIO PER LA PROFONDA POESIA E ,AUGURO SERENA E TRANQUILLA NAVIGAZIONE IN SICUREZZA………seguendo *LA VITA* 1903 CAPOLAVORO del Periodo Blu di *PABLO DE RUIZ Y PICASSO*                         pittrice artistica @susannagalbarini in Sito personale Pittura ed Arte, segui pagina presentazione sempre aggiornata con musica e tutte le connessioni : *PITTURARTISTICA 39° ANNIVERSARIO*

marcellocomitini

Provo a cavare dal fondo della mia anima
parole luminose
per dare luce al buio della mente sepolta
nei solchi profondi dei miei sgomenti.
Quali radici di dolore dovrò estirpare
dalla mia terra esausta? Intorno
il cielo s’illumina d’un velo rosa
spegne l’esile raggio di luna
indecisa e tremante di speranza.
I gridi rauchi dei corvi pronti a divorare
infrangono i vetri alle finestre si conficcano
come aculei nelle pareti della mia stanza.
E tu cuore, povero muscolo dimenticato
comprimi e dilati le tue pareti cave
spargi il sangue nelle mie vene
come la linfa lungo i rami dell’albero.
Reso fragile dal logorio degli anni
non hai più modo di aiutarmi
a trovare il senso del mio vivere.
Il tuo pulsare a vuoto risuona dei battiti
del cembalo che strepita tra le mie mani
tremanti, seduto a guardare
il prato dei ricordi. Sfioriscono al tramonto
e a ogni alba si…

View original post 28 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.