Hieronymus Bosch, il visionario e inquietante pittore del ‘400 fiammingo che ispirò Dalì e Picasso


COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” Google+( connessione in profilo personalizzato click grazie: https://plus.google.com/+SusannaGalbariniartista  )   e in connessione con ARTE.IT online MAPPARE L’ARTE IN ITALIA notizie e informazioni d’Arte +scheda personale profilo.: http://www.arte.it/profilo.php INVITO in Allegati: IL 2016 ANNO DI BOSCH – IL BOSCH DEI RECORD

EMILIO VEDOVA – CENERENTOLA DELL’ARTE MA CELEBRATISSIMO- PROPOSTA DI RILETTURA


COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE”IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE Google+in Allegato: MOSTRE A VENEZIA 200 DISEGNI DI EMILIO VEDOVA

CARTESENSIBILI

Emilio Vedova- Dal ciclo “Oltre”, 1986- Acquaforte e acquatinta

.

«La scelta del “capriccio”, libero sfogo fantastico in bilico tra arcano e grottesco, tra realtà illusorie e presenze inquietanti, lega fra loro alcuni liberi spiriti delle arti europee tra Sette e Novecento.»

È questo il tema di un articolo, a firma Beatrice Ferrario, pubblicato nel numero 293 diArtedossier dello scorso mese di Novembre che, con le citazioni iniziali da “Il rosa Tiepolo” di Roberto Calasso, risulta letterariamente delizioso.

View original post 395 altre parole

CASTELLO DI SAMMEZZANO

Questa galleria contiene 13 immagini.


Originally posted on I tesori alla fine dell'arcobaleno:
? Il CASTELLO DI SAMMEZZANO, Leccio,comune di Reggello, a circa trenta chilometri da Firenze. Un capolavoro che nei secoli ha visto il passaggio, al suo interno, di Carlo Magno, della famiglia…

Copie e riproduzioni del mio David


COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” Google+ INVITO in Allegato: IL DAVID :”L’OGGETTO” PIÙ BELLO DEL MONDO e LA FIONDA Analisi dell’Opera con informazioni artistiche e tecniche sul RESTAURO”IL MITO DEL DAVID” : LE ALI MORALI DELLA BELLEZZA DEL CORAGGIO DELLA FORZA cosa ci insegna il Capolavoro ……… splendide fotografie e video PER ADERIRE IN COMMUNITY A CUI SIETE CORDIALMENTE INVITATI pagina profilo personalizzato click grazie: https://plus.google.com/+SusannaGalbariniartista pittrice Susanna Galbarini in ARTE.IT online MAPPARE L’ARTE IN ITALIA notizie e informazioni d’arte con scheda personale profilo

Michelangelo Buonarroti è tornato

Ma quante saranno le copie e le riproduzioni del mio David nel mondo? Non ne ho idea…se risulta non così complicato fare il conto delle copie presenti nei musei o all’aperto a grandezza naturale, conteggiare le riproduzioni è proprio impossibile.

Ci sono le statuine di gesso vendute come grotteschi souvenir ai turisti che si trovano sulle bancarelle di tutt’Italia e ci sono quelle un po’ più pregiate in marmo bianco di ogni dimensione dedicate a un pubblico un po’ più attento o talvolta solo più facoltoso.

Alcune statuette son fatte bene, altre benino ma qualcuna è decisamente inguardabile, talmente brutte e strambe da sembrare caricature.

Certo che la scultura che sta sostituendo il David originale in Piazza della Signoria è fatta bene! Talmente bene che in parecchi la scambiano per la mia opera. Mi capita spesso di vedere anche su siti abbastanza dettagli della copia che vengono attribuiti a me. A volte glie lo faccio…

View original post 48 altre parole

Dalle Dionisiache


Michelangelo Buonarroti è tornato

Lui è nel mezzo
avvolto di qua e di là dai guerrieri,
e risplende di contro all’Olimpo:
la sua bellezza cancella tutti gli altri, e a vederlo diresti
che è Sole fiammante fra tante stelle disperse.
Il signore ha armato dunque un esercito disarmato,
niente spada, niente lancia mortale, e invece del bronzo
ha un’asta infrangibile d’edera.
 
Le Dionisiache, canto XVII

IMG_20160501_133300

View original post

Giuseppe Pellizza Da Volpedo (1868-1907)


COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE”IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE” Google+ in Allegato ARTE.IT : IL QUARTO STATO :GIUSEPPE PELLIZZA DA VOLPEDO Opera e Mostre in corso

Famiglia Artistica Milanese

image

Dopo i primi anni di studio trascorsi a Castelnuovo Scrivia (1880-81 e 1882-83), tramite l’interessamento di Alberto Grubicy, il giovane Pellizza, proprio alla fine del 1883, iniziava a frequentare a Milano lo studio del pittore Giuseppe Puricelli, in via Palermo, nei pressi dell’Accademia di Brera. Si era immediatamente iscritto ai corsi di ornato e di disegno di figura ai primi di gennaio 1884 e da quella data aveva seguito l’iter degli studi per gli anni 1884-85, 1885-86 e 1886-87, vincendo un primo premio alla scuola di disegno e figura, dove si era meritato più d’una menzione onorevole; suoi insegnanti erano stati Raffaele Casnedi, coadiuvato da Agostino Caironi e Ferdinando Brambilla per quella materia, Luigi Bisi per la scuola di prospettiva, Gaetano Strambo per la scuola di anatomia, Claudio Bernacchi per quella di ornato, Giuseppe Mongeri per storia dell’arte, Giuseppe Mentessi per la scuola di geometria elementare, Giuseppe Bertini in sostituzione…

View original post 320 altre parole