Donato Bramante

Originally posted on architales:

08d

The Italian architect and painter Donato Bramante (1444-1514) was the first High Renaissance architect.

01

In the church Santa Maria presso San Satiro in Milan, Bramante used a perspective painting to make it look bigger than it actually is. This was one of the “first examples of trompe l’oeil in history of art.”

03c

In  Tempietto di San Pietro in Montorio in Rome, a masterpiece of High Renaissance architecture built as a sanctuary that allegedly marked the spot where Peter was crucified, Bramante gave the emphasis on the harmony of proportions and the simplicity of volumes (cylinder, hemisphere) and transformed the classical style of the 15th century into a grave and monumental manner.

05

Under Pope Julius II, Bramante’s talents began to obtain adequate sphere of exercise. His first large work was to unite the straggling buildings of the palace and the Belvedere in Vatican City. To create a sequence of…

View original 399 altre parole

Vita ed Opere di Donato Bramante

Originally posted on Dakrua Mouson:

11.03.14:  500th anniversary of the birth of Donato Bramante (1444-1514).

sanpietromontorio

La vita
Donato di Pascuccio di Antonio, detto Bramante, nasce nel 1444 nel Ducato di Urbino, fervente centro culturale dell’Umanesimo, in un piccolo paese detto Monte Asdrualdo (oggi Fermignano). Inizia molto giovane il suo apprendistato artistico presso la bottega di fra’ Carnevale, dove diviene pittore “prospectivo”, cioè specializzato nel realizzare le scene architettoniche poste da sfondo alle rappresentazioni. Con molta probabilità, partecipa al cantiere del Palazzo Ducale di Federico da Montefeltro, come appartenente alla sua bottega. Lo studio dell’arte nell’ambiente ricco e colto di Urbino lo porta in contatto con autori quali Mantegna, Piero della Francesca, Luca Signorelli, Melozzo da Forlì. Nel 1476 Bramante decide di spostarsi verso il settentrione. L’anno dopo è a Bergamo, dove lavora come pittore, affrescando la facciata del Palazzo del Podestà, con soggetti di filosofi in inquadrature architettoniche. Codesta esperienza, inserita forse in un contesto…

View original 1.361 altre parole

Sette Opere Per Napoli: VistiPerVoi, al Pio Monte della Misericordia.

Originally posted on Margherita Abbozzo - Visual:

P1450827

Il Pio Monte della Misericordia a Napoli è un posto molto bello per tante ragioni : e non solo perchè è la “casa” della bellissima e celeberrima tela di Caravaggio Le Sette Opere di Misericordia. Una bella mostra di arte contemporanea arriva adesso a far compagnia a questo lavoro sublime, con un incontro tra antico e contemporaneo davvero ben riuscito.

S/W Ver: 85.92.70R

Cominciamo con un pò di coordinate. Il Pio Monte è un’ istituzione laica e benemerita che da quattro secoli aiuta le persone in difficoltà in molti modi: dal dare in affitto a prezzi contenuti appartamenti nel centro della città con il fine di permettere alla gente meno abbiente di continuare a viverci  ( come sarebbe bello e utile avere un’istituzione del genere nella nostra povera Firenze…) al mantenere un poliambulatorio dentistico, asili e altre strutture pensate per dare una mano ai meno fortunati.

Pio_Monte_della_Misericordia

La sua sede è in un bel…

View original 630 altre parole

Il Turismo della Triade che non Accontenta e Delude

Il Turismo della Triade che non Accontenta e Delude. Condivisione di Matteo Candela  con  Sito “BENI CULTURALI” promuovere,tutelare,valorizzare :   Discussione                                        IN                      COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE                           “IL  NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE”        PER ADERIRE ALLA COMMUNITY LEGGI E CLICCA SUL POST INFORMATIVO IN GOOGLE+ profilo personalizzato,click link grazie: https://google.com/+SusannaGalbariniartista

L’Altra Soprintendenza, Quella dei Tagli alla Vigilanza

L’Altra Soprintendenza, Quella dei Tagli alla Vigilanza.                             Sito “BENI CULTURALI” promuovere,tutelare,valorizzare                       DISCUSSIONE  con condivisione di Matteo Candela aperta in                                         COMMUNITY ARTISTICA CULTURALE                                      “IL NOSTRO IMMENSO PATRIMONIO ARTISTICO CULTURALE”     ADERISCI PARTECIPANDO E CONDIVIDENDO ; foto,video,documenti, discussioni, Blogs,esperienze di viaggi, ecc…..per  valorizzare,  sostenere,attivare TUTTO IL PATRIMONIO STORICO  NATURALISTICO ARTISTICO CULTURALE  ITALIANO , come risorsa d’ausilio alla crisi per la    salvezza del Nostro Bel Paese d’Arte  ,perchè il Patrimonio Culturale é anche tuo……….visitalo! click link grazie: http://www.beniculturali.it/

Ancora in ricerca

pittrice Susanna Galbarini:

BLOGGER Blog -Album “UNA VITA PER L’ARTE” informazioni artistiche con foto-pitture e immagini e video-arte : “I CAPOLAVORI NEL MARMO”  -  LA STANZA SEGRETA”Nuova Sagrestia  Basilica  di San Lorenzo in Firenze  - click grazie: http://www.unavitaperlarte.blogspot.com/

Originally posted on Le trame incompiute:

Michelangelo Buonarroti diceva che la forma della statua era già dentro il blocco di marmo, e che bisognava togliere il ‘soverchio’, l’eccesso di materia, per liberarla, affinché essa potesse diventare perfezione.

A volte penso che la vita non si altro che una fatica immensa con la quale noi ogni giorno cerchiamo di liberare noi stessi, la nostra anima, il nostro vero essere, dalla materia bruta che ci soverchia, come marmo, e che ci impedisce di essere ciò che veramente siamo.

il_prisoni

E mentre vi parlo di ciò, cari amici, ho in testa l’immagine dei ‘prigioni’ dello stesso Michelangelo; questi corpi che sembrano ancora abbozzati dentro ad un marmo imperfetto e ancora da ‘sgrossare’ dalle sue impurità, sembrano sospesi nella ricerca eterna di sé stessi, del loro volto, del loro vero essere; compressi in un dolore inesprimibile. Così come le due figure della pietà Rondanini, mai portata a termine dal Buonarroti…

View original 97 altre parole